Archivio degli autori Ufficio stampa

DiUfficio stampa

UltraBioApp su Instagram

Da oggi UltraBio è anche su Instagram, segui ultrabioapp per non perderti i nostri aggiornamenti!

DiUfficio stampa

Le attività di BsRC

 
“Abbiamo la terra non in eredità dai genitori ma in prestito dai figli”
 
 
Attività di campionamento, analisi, perizia e consulenza ambientale rappresentano il cuore del Bioscience Research Center.
Passione e professionalità contraddistinguono i nostri collaboratori che indagano sulle problematiche legate allo studio e caratterizzazione dei siti potenzialmente contaminati, siti di bonifica di interesse nazionale (SIN) ed aree sottoposte a tutela speciale, sia marine che terrestri.
 
Specialisti di comprovata esperienza nel campo della consulenza ambientale sviluppano le nostre attività di consulenza ambientale in ambito marino-costiero, in particolare si occupano di valutazione dell’impatto ambientale di opere in mare, quali attività di dragaggio di sedimenti marini, pose di cavi e/o condotte, reperimento di sabbie relitte e ripascimenti marino-costieri.
 


 
Il nostro network di collaborazioni consente di avere sempre a disposizione le strutture e i tecnici necessari per intervenire con rapidità e rispondere alle più svariate esigenze della clientela. BsRC è convenzionata con strutture di ricerca universitarie nazionali ed internazionali, enti pubblici, strutture private e laboratori ACCREDIA, con i quali collabora costantemente per garantire un servizio di qualità elevata. Abbiamo rapporti di collaborazione strutturata con diving e strutture di servizi in ambito marino e terrestre.
 

 
Mani ed occhi esperti lavorano sul campo con un approccio interdisciplinare che consente di garantire al cliente il raggiungimento dei propri obbiettivi.
Le attività di campionamento ambientale riguardano tutte le matrici di interesse per la valutazione degli impatti ambientali o per la stima della qualità ambientale e della sua evoluzione nel tempo, a seguito di un qualsiasi intervento umano o di eventi naturali critici.
Per le attività di campionamento ci avvaliamo, a seconda della necessità specifica, di biologi marini, naturalisti, ittiologi, ecotossicologi e geologi, con comprovata esperienza pluriennale in tecniche di campionamento ambientale, sia in ambito marino che terrestre. Il laboratorio mobile equipaggiato di cui BsRC è dotata, è in grado di rispondere alle più svariate esigenze operative.

BsRC offre ai suoi clienti un aiuto nella valutazione del rischio dovuto a scarichi continui, impatti occasionali ed accidentali, movimentazioni di terre e sedimenti, attività di scavo e deposizione.
Il cliente viene affiancato da un consulente personale che lo guida nell’ottimizzazione del pacchetto di analisi di caratterizzazione di matrici ambientali (acqua, aria, suolo e sedimento) e biologiche (animali e piante).
I nostri esperti coadiuvano le imprese negli adempimenti richiesti delle norme nel campo della prevenzione ambientale.

DiUfficio stampa

Conferenza sulla qualità degli alimenti

BsRC è stata presente a BRIGHT-La Notte dei Ricercatori 2017 a Grosseto, presso il museo di Storia Naturale. Nell’occasione, Monia Renzi ha tenuto una conferenza su qualità degli alimenti, criticità e ricerca scientifica.

DiUfficio stampa

Alimenti & Sicurezza parla della nostra App

“Contaminazione chimica degli alimenti: nasce l’App”, Alimenti & Sicurezza parla della nostra UltraBio. Clicca il link per leggere l’articolo!
https://goo.gl/cKtE1H

DiUfficio stampa

Rubrica “Facciamo Chiarezza” di UltraBio.it

BsRC inizia il percorso a supporto della salute con Ultrabio.
Vi invitiamo a scaricare la nostra App gratuita e a seguirci anche sulla pagina FB dedicata.

Iniziamo con la pubblicazione dei nostri articoli. Questo dalla rubrica Facciamo chiarezza.

DiUfficio stampa

Toscanalifesciences.org parla di UltraBio

La nostra App offre un servizio gratuito ed importante, chiunque sia interessato può scaricare nelle versioni Android ed i-OS e trovarci su www.ultrabio.it

Clicca qui per leggere l’articolo di Toscanalifesciences.org

DiUfficio stampa

Attività di miniera & componente biologica fluviale: pubblicati i risultati di un nuovo studio

Sono stati pubblicati dalla rivista scientifica internazionale Mine Water and Environment i risultati di uno studio per la valutazione degli effetti delle attività di miniera sulla componente biologica fluviale. I ricercatori BsRC hanno partecipato allo studio in collaborazione con l’Università del Salento.

Lo studio, effettuato all’interno del Geoparco minerario in Sardegna, ha previsto la valutazione della qualità delle risorse trofiche vegetali in tre diverse aree a diverso livello di contaminazione da metalli pesanti, della loro appetibilità per le specie acquatiche testate e degli effetti su comportamento ed energetica delle stesse specie.

I risultati evidenziano che le foglie di A. glutinosa raccolte nei corsi d’acqua contaminati da metalli pesanti presentano livelli di Cadmio, Piombo e Zinco superiori di oltre 10 volte quelli misurati nelle foglie provenienti da siti non contaminati. Quando ai macroinvertebrati è data la possibilità di scegliere la fonte alimentare, scelgono foglie provenienti da siti non contaminati o condizionate in siti non contaminati. L’origine delle foglie ed il processo di condizionamento determinano significativamente i tassi di ingestione delle specie.

L’articolo in formato integrale è consultabile con i seguenti riferimenti: “A. Basset, M. Pinna, M. Renzi. 2017. Do minino activities significantly affect feeding behaviour of freshwater benthic macroinvertebrates? A case study in South Sardinia (Italy) DOI 10.1007/s10230-017-0432-x”

 

DiUfficio stampa

Risultati di un nuovo studio sul Parco della Maremma

Sono stati pubblicati dalla rivista scientifica internazionale Marine Pollution Bulletin i risultati relativi allo studio condotto nel periodo 2015-2016 dai ricercatori di Bioscience Research Center.

Lo studio, analizza la presenza di plastiche (macro-, meso- e micro-plastiche) nei sedimenti marini prelevati tra Marina di Alberese (Trappola, Parco della Maremma) ed Albinia (Giannella, Orbetello). Sono stati analizzati anche i sedimenti prelevati alle foci dei fiumi Ombrone, Osa ed Albegna e lungo le loro aste fluviali allo scopo di effettuare confronti su base statistica.

I risultati indicano che la componente delle microplastiche è la principale nei sedimenti marini e fluviali analizzati con un contenuto che varia tra 45 e 1069 microplastiche per kg di sedimento secco.

L’articolo in formato integrale è scaricabile e citabile con i seguenti riferimenti:

Guerranti C., Cannas S., Scopetani C., Fastelli P., Cincinelli A., Renzi M. Plastic litter in aquatic environments of Maremma Regional Park (Tyrrhenian Sea, Italy): Contribution by the Ombrone river and levels in marine sediments. Marine Pollution Bulletin (2017), http://dx.doi.org/10.1016/j.marpolbul.2017.02.021

DiUfficio stampa

BsRC: Agenzia formativa accreditata dalla Regione Toscana GR1035

Il Centro Ricerche BsRC ottiene il rilascio dell’accreditamento come Agenzia Formativa della Regione Toscana con Decreto Regionale n. 14000 del 19/12/2016 (Pubblicato nel BURT n. 1 del 04/01/2017).

DiUfficio stampa

Alla ricerca di Dory: segnalata per la prima volta la specie P. hepatus nel Mediterraneo!

La rivista scientifica internazionale Marine Biology ha pubblicato una ricerca effettuata da BsRC in collaborazione con l’Università degli Studi di Pisa sulla specie Paracanthurus hepatus (Perciformes: Acanthuridae). L’articolo scientifico rappresenta la prima segnalazione della specie nel Mediterraneo. P. hepatus, attualmente noto al grande pubblico con il nomignolo di Dory, è una specie alloctona per il Mediterraneo e la segnalazione rappresenta un dato fondamentale per  il monitoraggio sulla diffusione delle specie non autoctone. L’articolo in formato integrale è scaricabile con i seguenti riferimenti: “Marcelli M., A.R. Dayan, Langeneck J. 2016. Finding Dory: first record of  in the Mediterranean Sea. Marine Biodiversity, DOI 10.1007/s12526-016-0573-3”.